Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai nell'apposita sezione.

Spedizioni disponibili solo in Italia

Cera una volta

Aspromiele
A cura di Chiara Concari, progetto grafico Graziana Garbeni

Prezzo di vendita
Descrizione

Aspromiele, allegato al n°9/2017

 

A fine ottobre (2017), Ladislav Miko, direttore generale
della DG Salute e Consumatori della Commissione Europea ha risposto alle sollecitazioni
apistiche del nostro Bee Life - Coordinamento Apistico Europeo -, del Gruppo
Miele del Copa Cogeca, di EPBA, di Apimondia e di associazioni europee del Food con
la richiesta di trasmettere alla Commissione Ue tutte le informazioni su casi concreti
di cera contraffatta con paraffina e stearina per cercare di andare fino in fondo alla
questione.

Accompagnando questa richiesta con alcune prime proposte per arrivare
a una definizione normativa stringente di ciò può essere commercializzato come cera
d’api. Anche le autorità competenti in materia di frode degli stati membri sono state
allertate perché ciò che sempre più circola in Europa come ‘cera d’api’ di cera d’api
ha ben poco e sono necessari maggiori e accurati controlli sia in importazione sia sul
mercato interno comunitario.
Questo dossier è stato realizzato a più mani, colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro
che ci hanno lavorato, davanti e dietro le quinte, per renderlo una lettura non solo
ricca di spunti e informazioni ma anche piacevole e interessante.